fbpx

Prima squadra, primi bilanci

Dopo la partita di domenica scorsa, possiamo iniziare a tracciare un bilancio stagionale per il gruppo di coach Bonetti.

Partenza al rallentatore, anche a causa di una costruzione del roster tardiva e di un concetto di gioco che non è usuale per tutti. Infatti le prime 5 partite segnavano un preoccupante 0-5 con -85 nel bilancio fatti subiti! Poi un brodino caldo con Garbagnate (vittoria risicata di soli 3 punti) e, di nuovo 3 sconfitte…

Da lì in poi, lentamente, qualche segnale di ripresa fino al girone finale: incrociamo le altre 8 squadre del milanese/pavese. Apparentemente la sola Voghera sembra essere approcciabile e si fanno i conti rispetto agli avversari: la salvezza sembra debba essere giocata con il Cus/Politecnico che, tuttavia, si presenta ai nastri di partenza della fase di classificazione con 5 vittorie contro le nostre 4 (con noi che abbiamo il vantaggio dello scontro diretto). Dobbiamo, quindi, ipotizzare che Voghera lasci sia a loro che a noi le due vittorie e che loro non ottengano altro mentre noi si faccia almeno un colpo.

Ma… dopo tre partite siamo entrambi a zero vittorie. E noi ci siamo dati in faccia la partita contro Voghera. Insperatamente vinciamo in casa contro Corsico ma… il medico non si presenta a Settimo e non ci sono tassisti che tengano: 20-0 a tavolino per il Cus. Per noi due sconfitte a Sedriano e Settimo ma, a Sedriano, una settimana dopo averci perso noi, si scopre una irregolarità nel canestro ed il Cus incamera un’altra vittoria a tavolino. Davanti a noi si profila un Everest: due vittorie da recuperare sul Cus con loro che hanno ancora due partite contro Voghera e noi una sola. Dobbiamo vincerne 4 sperando che loro vincano solo le loro due nell’oltrepò.

Ma… la fortuna decide di sorriderci e, grazie anche a qualche assenza, va ammesso, vinciamo, insperatamente contro Pavia (Sanmaurense) e contro la falcidiatissima Robbio recuparando due punti sul Cus che, come da pronostico, porta a casa la vittoria a Voghera. Perdiamo entrambe le prime due (noi a Legnano e dintorni, giocando discretamente ma non abbastanza per doversi accontentare dei complimenti degli avversari e nient’altro). Arriviamo alla partita che, si DEVE vincere per riportarsi in parità col Cus, quella in casa contro i giovani ragazzi di Voghera. E, ovviamente, la perdiamo.

Siamo indietro di 2 punti e, se il Cus ha ancora il bonus Voghera da giocarsi all’ultima giornata (e sicuramente lo faranno fruttare) noi abbiamo un cammino irto di difficoltà. Corsico, Sedriano e Settimo sono tre squadre decisamente più attrezzate di noi. È vero che hanno una classifica cui c’è poco da aggiungere e niente da togliere ma l’Everest dovremo scalarlo a mani nude e senza ossigeno!

Buona la prima a Corsico!!! E la classifica provvisoria, in virtù dei due punti segnati in più nello scontro diretto, ci vede provvisoriamente avanti, anche se a pari punti.

Sedriano viene all’Iseo e, ca…pperi, battiamo anche loro!! Siamo 2 punti avanti e li stiamo obbligando a cercare, oltre alla probabile vittoria con Voghera, un’altra partita da referto rosa.

La partita successiva la dobbiamo giocare alla domenica. Il Cus affronta, in casa, Sedriano. Ricevo i parziali e, se il primo tempo mi tranquillizza con un + 9 per la squadra ospite, mi giungono notizie di una rimonta importante dei gli universitari. Alle 22:47 ricevo la notizia che il terzo quarto vede Sedriano avanti di UNO SOLO PUNTO!!! Poi il silenzio, 53 minuti senza notizie. Vedo scenari apocalittici profilarsi. Alle 23:40 il messaggino laconico Vittoria di Sedriano dopo un overtime.

Si va a Settimo col cuore leggero e grandissimo. E vinciamo anche quella. Concedendoci la soddisfazione di aver raggiunto una salvezza sulla quale nessuno avrebbe scommesso un mesetto e mezzo prima.

Ad inizio stagione Paolo Bonetti aveva detto ai ragazzi che sarebbe stata difficile e che ad inizio stagione ne avremmo perse parecchie. Ma ci aveva detto che ce l’avremmo fatta, dandogli retta ce la avremmo fatta. E così è stato.

Ogni singolo ragazzo che abbracceremo a fine stagione potrà dire di avere partecipato ad un’impresa. E di essere migliorato. Le nostre guardie hanno migliorato la loro media di circa 2 punti a partire da metà stagione ed anche i punti “interni” sono cresciuti. Perché il lavoro fatto, oltre ad essere efficace sulla squadra ha portato dei miglioramenti individuali.

La stagione deve ancora finire ed è presto per il pagellone finale che verrà stilato solo fra qualche settimana.

Facebooktwittermail

About the Author

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: